Archivio

Archive for ottobre 2008

I criteri della Cai per la riassunzione del personale? Selettive: fuori i disabili!

 

Articolo segnalatoci da Massimo Benetti del Meetup “amici di Beppe Grillo” di Mantova e tratto dal sito:
www.superabile.it

——————————————–

Le dichiarazioni dei rappresentanti della CAI sui criteri che verranno applicati per la scelta dei 12500 dipendenti da assumere nella nuova compagnia, al netto delle 10.000 espulsioni già dichiarate. No a lavoratori invalidi, genitori con figli invalidi a carico e lavoratori con familiari invalidi a carico. La denuncia della Cub trasporti

ROMA – “Incredibili e sconcertanti sono state le dichiarazioni dei rappresentanti della CAI sui criteri che verranno applicati per la scelta dei 12500 dipendenti da assumere nella nuova compagnia”: la denuncia proviene dal sindacato di base Cub Trasporti, all’indomani della riunione del 22 ottobre, in cui sono state esplicitate alle organizzazioni sindacali le modalità e i criteri con cui saranno selezionati e riassunti i dipendenti del Gruppo Alitalia e Airone al netto delle espulsioni già dichiarate.

Questa la proposta nel dettaglio: il personale sarà scelto con criteri di assoluta discrezionalità gestionale. Non saranno riassunti i part time, non saranno riassunti genitori affidatari unici di minori, non saranno riassunti lavoratori invalidi in possesso dei requisiti di legge 104, non saranno riassunti genitori con figli invalidi a carico (legge 104), non saranno riassunti lavoratori con familiari invalidi a carico (legge 104), saranno valutate discrezionalmente le percentuali di assenze per malattia dell’ultimo triennio e sarà valutata l’anzianità aziendale

“E’ davvero difficile commentare questa incredibile proposta della Cai, che stravolge e straccia ogni tutela legale e normativa esistente in materia – commenta il sindacato in una nota – Gravissimo attacco contro invalidi, portatori di handicap, genitori monoaffidatari di minori, genitori con minori con handicap, part time per necessità, personale con ridotte capacità lavorative (anche a causa di infortuni sul lavoro). .  sindacato in una nota – eria.rti, all’La Cub Trasporti ribadisce che nessuna discrezionalità gestionale dovrà essere attuata da CAI nella selezione del personale, che dovrà essere tutto riassunto rispettando anzianità, carichi familiari, invalidità, legge 104, ridotte capacità lavorative”.

(24 ottobre 2008)

Annunci

25 ottobre 2008 – Linux Day a Mantova

Associazione Culturale LUGMAN

Associazione Culturale LUGMan

Sabato 25 ottobre si terra’ a Mottella di San Giorgio di Mantova
(con ingresso libero e gratuito), presso il Centro Sandro Pertini in via Togliatti 40-42 (a 500 mt dal casello di Mantova Nord) dalle 9:00 alle 18:00,il Linux Day, la “festa del software libero”, giunto alla ottava edizione.
Il Linux Day è una manifestazione italiana che ha lo scopo di promuovere il sistema operativo Linux e il software libero, e consiste in un insieme di eventi contemporanei organizzati in diverse città d’Italia Sabato 25 Ottobre 2008.

Per la provincia di Mantova Linux Day e’ organizzato da LUGMan (Cavriana) con la collaborazione di ARCO (San Giorgio) e ViadanaOpen (Viadana).

Durante la giornata esperti a disposizione dei visitatori terranno seminari introduttivi e saranno a disposizione per domande ed approfondimenti tecnici; è possibile inoltre proporre/proporsi alla segreteria di LUGMan per la trattazione di argomenti specifici ( info@lugman.org ).

L’evento e’ patrocinato dalle Amministrazioni Comunali di Cavriana e di San Giorgio.

Per informazioni e contatti è possibile consultare il sito Internet www.lugman.org o contattare la segreteria organizzativa al 333-521244.

 

Vi ricordiamo che l’ingresso all’evento sarà libero e gratuito….quindi buon divertimento!

IL TIBRE E LA MANTOVA-CREMONA due autostrade sbagliate

8 ottobre 2008 3 commenti

 

Breve premessa:

ci è stato comunicato che un sondaggio pubblicato sul sito della gazzetta di Mantova inerente l’autostrada Mantova Cremona

vota il sondaggio sull'autostrada Mantova-Cremona

vota il sondaggio sull

sarebbe stato prima tolto, quando i voti erano palesemente contro la costruzione della suddetta autostrada e poi rimesso con le percentuali cambiate.

 

 

 

Noi ci riserviamo commenti a riguardo ma vi chiediamo cortesemente di VOTARE NUMEROSI CLICCANDO QUI….GRAZIE!!!

 

————————————————

 

IL TIBRE E LA MANTOVA-CREMONA sono due progetti di autostrade che sottolineano la mancanza di una visione sostenibile della mobilità del futuro in Lombardia e la totale assenza da parte della regione di una strategia dei trasporti credibile e sostenibile, dato che propone contestualmente di realizzare l’Alta velocità ferroviaria Milano-Verona, l’autostrada direttissima Milano-Brescia , il Tibre Parma-Verona e l’autostrada Mantova-Cremona.

 

La regione in pratica non sceglie tra strada e ferrovia ma propone diversi corridoi autostradali in concorrenza tra loro senza una strategia leggibile di selezione e di integrazione.

 

Allo stesso modo della Mantova-Cremona come parte di un corridoio internazionale, il Tibre Autostradale viene indicato indispensabile come anello mancante del grande corridoio Tirreno-Brennero per favorire lo sviluppo dei traffici tra il cuore dell’Europa ed i porti tirrenici.

 

Ovviamente le Concessionarie sono costrette ad assicurare che insieme alle nuove autostrade realizzeranno numerose bretelle, tangenziali e varianti alla viabilità locale, non solo per ottenere il consenso dei comuni e dei cittadini ma anche per indurre nuovi traffici verso le nuove arterie, aumentando i costi e riducendo la redditività degli investimenti.

 

Ma allora la domanda sorge spontanea:

se dobbiamo versare almeno il 55% delle risorse pubbliche per realizzare le autostrade nella speranza che le concessionarie realizzino il miglioramento della viabilità locale, allora non è più utile investire le scarse risorse pubbliche disponibili per migliorarla direttamente la viabilità?

 

Infine le scelte andrebbero collocate all’interno di un ragionamento strategico sulla mobilità del futuro:

se le istituzioni locali come la Provincia ed il Comune di Mantova, continuano a ribadire l’esigenza di un riequilibrio modale verso ferrovia e trasporto fluviale e si muovono coerentemente in questa direzione, non dovrebbero approvare la realizzazione di nuove infrastrutture che attirano e sostengono la crescita del traffico motorizzato!

 

Vi proponiamo di consultare il sito dell’Associazione per la riattivazione della ferrovia Mantova-Peschiera che sarebbe davvero utile per la mobilità dei quasi 200000 pendolari mantovani che si muovono attualmente in auto o con altro mezzo verso quella direttiva dove potrete trovare moltissimo materiale di approfondimento basato su anni di studi e ricerche da parte di tecnici preparati ed appassionati.

Giornata della legalità

7 ottobre 2008 Lascia un commento

Il Lodo-Alfano è una legge fatta per delinquere in libertà da parte dell’attuale premier e per non farsi processare. La libertà i cittadini la perdono in questa maniera, poco alla volta, concessione dopo concessione. Il governo ve lo sta già dimostrando, dopo il lodo per le 4 cariche dello stato passato nell’indifferenza di molti ora si avanzano nuove pretese arroganti che calpestano i principi della costituzione, della democrazia e della tua libertà. Arrivano richieste per il Lodo-Consolo per i parlamentari, arriva l’estensione del Lodo per Mills, chissà che non arrivi il Lodo anche per qualche criminale.
Non lasciarti sfuggire di mano la tua libertà. Firma in una delle piazze per il referendum contro il Lodo Alfano.Hai il dovere di fermare la dittatura Berlusconi IV.

Questa iniziativa è proposta da IDV ,  ad di là del colore politico chi crede a questa iniziativa se vuole può andare a mettere la propria firma

Il banchetto sarà presente a  Mantova Sabato 11 Ottobre in Piazza Mantegna dalle  9:00 fino alle 21 circa

Categorie:POLITICA

NO DAL MOLIN – Siamo tutti vicentini: vota on line

1 ottobre 2008 1 commento

 

Pubblichiamo una comunicazione giunta da NO DAL MOLIN:

“Pochi giorni fa abbiamo diffuso un APPELLO ricordando che domenica 5 ottobre si terrà la consultazione popolare sul Dal Molin a Vicenza, ma anche che la questione non riguarda solo la nostra città e tutti hanno diritto di partecipare.

Per questo, da oggi è possibile votare online e invitiamo tutti ad esprimere la propria contrarietà alla nuova base Usa votando SI!!!

 

QUI POTETE VOTARE!!!

 

Quest’oggi il commissario governativo Paolo Costa è stato a Vicenza annunciando che la nuova base si farà, referendum o non referendum.

Paolo Costa è un mercenario che si dimentica di dire che la nuova installazione militare sarà pagata dai cittadini italiani.

LEGGI IL COMUNICATO…

Ma domenica 5 ottobre Vicenza decide e gli statunitensi dovranno riporre i propri progetti nel cassetto!

LEGGI L’ARTICOLO…

I comitati della provincia di Vicenza, intanto, stanno organizzando in alcuni comuni dei referendum autogestiti: 

LEGGI IL COMUNICATO….