Buone azioni: casa

1 – Tutto il mobilio della mia casa è realizzato con legno riciclato, dalla cucina alla sala alla camera da letto compreso il bagno.

2 – Tutta l’illuminazione della mia casa è data da lampade a risparmio energetico:
Le lampade fluorescenti compatte meglio note come quelle a risparmio energetico. hanno un’efficienza luminosa che varia da 40 a 60 lumen/watt e quindi consentono di ridurre almeno del 70% i consumi d’energia elettrica rispetto alle lampade ad incandescenza di equivalente flusso luminoso. Ad esempio, una lampada fluorescente compatta da 20 watt fornisce la stessa quantità di luce di una lampada ad incandescenza da 100 watt, con una durata 10 volte superiore. Sono apprezzate per la loro durata, circa 10 000 ore, e per il loro ridotto consumo di energia. Le lampade fluorescenti compatte costano in media 12?, contro le 1? di quelle normali, ma permettono un sostanziale ammortamento in consumo e durata.

3 – Forno e frigorifero in classe A. Anche qui un investimento riducendo i consumi.

4 – Frigorifero da 180 Litri. Penso che scegliere la capacità e le caratteristiche tecniche del frigorifero in base alle reali esigenze del nucleo familiare sia una cosa molto importante:100-150 litri per una persona; 220-280 litri per due persone; 300 litri e oltre per più di quattro persone.E’ un po’ insensato abitare da soli ed avere frigoriferi enormi solo per fare arredamento.Stessa cosa per il freezer.

5 – Proprio come Marco ho voluto investire in quaità e risparmio con il monitor e la tv LCD, quest’ultima è una 42″ e consuma il 20% in meno che la precedente tv a tubo catodico che era 32″.

6 – Caldaia: di inverno regolare al massimo il riscaldamento dei termosifoni e dell’acqua calda è solo uno speco di energia. Io tengo sempre la regolazione a metà e vi assicuro che la doccia è sempre ben calda.

Simone Ceoloni – Ostiglia (MN)

Annunci

Un pensiero riguardo “Buone azioni: casa

  1. Alla fiera della bioedilizia ho imparato con sgomento che le lampade a basso consumo irradiano radiofrequenza come dei telefonini in trasmissione 😦
    Lo diceva un ingeniere specializzato in biotecnologie dell’Universita’ di Trento, mica il barbiere.
    Secondo me, ove applicabile, l’unica soluzione di vero risparmio e attenzione all’ambiente a alla salute, per non dimenticarsi dell’elettrosmog, e’ tenere le luci spente il piu’ possibile, concentrando la presenza sotto una fonte come si faceva una volta anche per il riscaldamento (noi lo facciamo ancora con la stufa a legna), con il che ne guadagna anche la socialita’ del nucleo familiare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...