Grosso è meglio

buona_azione_iogurt.jpg

Sempre per la serie “L’angolo della buona azione” Robby di Quistello ha segnalato questa cosa: Preferire le confezioni formato gigante perche oltre alla convenienza sul prezzo presentano a parità di prodotto meno imballo!
Grazie Robby per averci segnalato questa azione che spero venga messa in pratica da tutti.

Volevo aggiungere che alcuni contenitori come quello rappresentato in figura a destra invece di essere buttati nella spazzatura sono riutilizzabili inquanto presentano un coperchio e una comoda maniglia.

PS.

Ora forse per acluni dirò una assurdità ma se si trovasse uno standard per questi contenitori non sarebbe una cosa ovvia ed intelligente? Come è stato fatto per i pallet in legno. Quando una azienda riceve del materiale su pallet non butta via il pallet ma lo riutilizza o lo cede ad aziende specializzate che li recuperano e li rivendono. La stessa cosa sarebbe fattibilissima con i contenitori. Quello che ho riportato in foto a destra ad esempio assomiglia tantissimo a un contenitore per il colore che ho acquistato questa estate e sono convinto che oltre allo yougurt e al colore per muri potrebbe essere idoneo anche in 1000 altri casi. Perche non trovano uno standard?!! Non so la versione A da 1/2 litro, la versione B da 1 litro la C da 2 litri e cosi via. Poi li mettiamo da parte, impilati uno dentro l’altro e quando ne abbiamo una cinquantina li andiamo a consegnare ad un apposito centro di raccolta dove addirittura ce li pagherebbero anche qualche cosa?!

Marco Staffoli

Annunci

2 pensieri riguardo “Grosso è meglio

  1. (Questo è un discorso un po’ lungo scusatemi ma cercate di arrivare fino in fondo…)

    Quanto costa realmente un prodotto?

    Questa sembra una domanda banale, direte voi ma invece non lo è.

    Il costo di un prodotto è cosi composto:

    COSTO PRIMARIO
    1 – costo scritto sulla etichetta

    COSTI SECONDARI
    2 – costo per smaltire i rifiuti industriali creati dalla fabbrica che lo ha prodotto
    3 – costo per smaltire i rifiuti urbani derivanti dall’involucro e dall’imballo del prodotto una volta che questo è stato consumato e gettato nella spazzatura.
    4 – costo per cure mediche derivanti dall’inquinamento prodotto dall’inceneritore che incenerisce il rifiuto

    Quando noi comperiamo il prodotto tiriamo furi di tasca nostra i soldi per comperarlo (punto 1)

    Ma, implicitamente, tramite le tasse, tiriamo fuori anche i soldi per la gestione dei rifiuti (punto 2 e 3) e per curarci a volte purtroppo da malattie che saranno inguaribili (punto 4)

    Questo è il sistema, per come è concepito, è un sistema profondamente sbagliato . Le aziende che producono il bene non si curano affatto di crearlo con materiali a basso impatto ambientale, tanto meno di prevedere come riciclare al meglio il porodotto.

    Ho una nipote di 1 anno. Facendola giocare sul divano le ho dato in mano una bottiglietta di plastica con dentro qualche pezzo di pasta, si sà i bambini a quella età si divertono con poco. Mi sono reso conto che quella bottigliettà, perfettamente conservata e intatta, era la stessa con cui facevo giocare mio cugino circa 2 anni prima!

    Quella bottiglietta l’ho usata oggi (non trovavo la borraccia della bici) per dissetarmi durante una biciclettata, e ora è tornata nella cesta dei giochi di mia nipote!

    Perchè cercano di convincerci che è cosa sana e giusta gettare nella immondizia oggetti perfettamente funzionanti????

    Mio padre ogni anno si reca sul Lago di Garda per per riempire 2 damigiane di vino. Torna a casa, tira fuori da sotto una scansia circa 50 bottiglie di vetro e le riempie. Quando finiamo di bere una bottiglia NON LA BUTTIAMO ma la rimettiamo sotto la scansia per riempirla ancora la volta dopo.

    Perchè cercano di convincerci che è cosa sana e giusta gettare nella immondizia oggetti perfettamente funzionanti????

    Molte volte basta il buon senso per trovare la soluzione un problema.
    E per convincere le persone ad adottare la soluzione basta un conto matematico da cui viene fuori che non solo rispetti l’ambiente ma risparmi pure.

    E’ con questo pretesto che oggi si vendono le lamapdine a basso consumo: le paghi tanto ma poi (in teoria) recuperi i soldi spesi perche risparmi energia.

    In questo caso quando effettuiamo l’acquisto di una lampadina abbiamo ben chiaro in testa che non si tratta solo di pagare la lampadina ( COSTO PRIMARIO ) ma anche di pagare la bolletta dell’enel ( COSTO SECONDARIO )

    Quindi facciamo due conti

    Lampadina normale
    costo della lampadina: 1 Euro
    costo dell’energia per tenerla accesa 1 anno: 20 Euro
    TOTALE: 21 Euro

    Lampadina basso consumo
    costo della lampadina: 10 Euro
    costo dell’energia per tenerla accesa 1 anno: 5 Euro
    TOTALE: 15 Euro

    Domanda: PERCHE PER L’ENERGIA CONSUMATA DALLA LAMPADINA STIAMO LI A PENSARE AI COSTI SECONDARI CHE DERIVANO DAL SUO UTLIZZO E NON FACCIAMO MAI UN DISCORSO SIMILE RIGUARDO AI COSTI PER GESTIRE I RIFIUTI CHE DERIVANO DA UN BENE?????

    Risposta: per le spazzature ognuno di noi paga in base alla superficie della propria abitazione, o comunque secono regole uguali per tutti.

    Se ognuno di noi pagasse in base alla quantità di rifiuti prodotti io SONO CONVINTO che cominceremmo a fare come facciamo per le lampadine il giorno dopo!!!

    Sono sicuro che questo è un discorso molto complesso ma se Montanari dice che l’unico modo per risolvere il problema delle nanoparticelle è quello di NON PRODURLE forse si dovrà andare oltre alla raccolta differenziata cosi come la conosciamo oggi? o no?

    Marco Staffoli

  2. Pingback: related web site

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...