Nanopatologie – morire a norma di legge

In questo video (altamente consigliato) il Dot. Montanari spiega con termini molto semplici i risultati delle sue ricerche sulle nanopatologie eseguiti tramite l’utilizzo di un microscopio a scansione ambientale.

Annunci

3 pensieri riguardo “Nanopatologie – morire a norma di legge

  1. Ero alla conferenza del Dottor Montanari ieri sera e volevo portare all’attenzione di chi c’era e di chi non c’era alcuni punti.

    Mi ha colpito molto il modo spregiudicato che ha usato Montanari nel rivolgersi ai politici. Personalmente penso che sia il tono giusto da usare. Molto spesso ai politici sfugge che oltre al grande potere che hanno a livello decisionale hanno anche altrettanto grandi responsabilità. Montanari quindi in modo molto pragmatico ha diviso i politici che hanno avallato la realizzazione degli inceneritori in queste tre categorie:

    A) Ignoranti, nel senso che ingorano il problema
    E questo è inammissibile. E’ inammissibile che un politico avalli l’installazione di un inceneritore senza documentarsi in modo approfondito su che cosa è realmente un inceneritore!!

    B) Stupidi, nel senso che anche portati a conoscenza del problema essi fanno finta di non vederlo.
    Purtroppo la nostra classe dirigente è formata da persone che non sanno nemmeno accendere un personal computer, da gente che pensa e si comporta come se vivesse ancora nell’800.

    C) Corrotti.
    Se non sei uno scemo, e sai che c’è del marcio sotto, nel senso che sai perfettamente che la cosa che stai acquistando con i soldi dei cittadini invece di risolvere problemi addirittura li amplifica, sicuramente vuoi la tua fetta della torta per tenere la bocca chiusa e votare a favore.
    Spero che prima o poi queste persone vengano tutte beccate dalla guardia di finanza e che gli facciano un culo cosi.

    Mi ha fatto davvero ribrezzo sentire le motivazioni addotte da alcuni politici che addirittura si sono rifiutati anche solo di ascoltare Montanari: “.. se uno scienziato venisse a parlare in consiglio comunale si creerebbe un grave precedente…”
    Questa frase penso che riunisca bene i punti A + B ovvero Stupido e Ignorante.
    Anche ieri sera molti politici che hanno sostenuto le installazioni di parecchie centrali nel mantovano hanno preferito mettere la testa sotto la sabbia e non venire alla conferenza.
    Di questi penso di averne incontrato uno mentre distribuivo i volantini per la conferenza in piazza delle Erbe (me lo ha indicato una ragazza del Co.di.am.sa), sto tizio ha rifiutato il volantino ed è scappato via dicendo testuali parole: “Costruiremo una bella centrale nucleare un giorno!! Altrochè!!!”

    Questa gente secondo me commette molti errori concettuali uno dei quali è la declassificazione degli esperti come Montanari da “scenziati” a banali “rompi coglioni”.
    Voglio dire, a tutti fa piacere quando facciamo una cosa fatta bene, quando riceviamo dei complimenti “oh ma che bravo”, “oh ma come funziona bene sta cosa che ha progettato”. Viceversa quando arriva uno che ci fa un appunto cominciamo a borbottare. Ora, bisogna valutare la qualità e il peso delle osservazioni: Montanari non sta obiettando che il colore della vernice dell’inceneritore è brutto, oppure che fa rumore mentre funziona…
    No, Montanari ha DIMOSTRATO che l’inceneritore produce piu rifiuti di quanti ne entrano e che la tossicità dei rifiuti aumenta esponenzialmente.
    C’è poco da storcere il naso!!!!!
    Guardiamo in faccia la realtà: i politici che hanno avallato la realizzazione degli inceneritori hanno pestato una MERDA COLOSSALE.
    Montanari sarà pure uno scienziato “rompicoglioni” ma lo fa NELL’INTERESSE DELLA NOSTRA SALUTE!!

    D’altro canto la prassi è consueta e anche nella testa di molti cittadini poco o nulla informati l’equazione “ambientalista” = “rompicoglioni” è diventata una cosa paurosamente normale.

    Il fatto è questo:

    1) Niente è per sempre
    Non possiamo pretendere che la soluzione a un problema sia perfetta.
    Siamo tutti abituati a constatare come la tecnologia evolve rapidamente.
    Ad esempio basta vedere in quanti e quali modi le industrie delle telecomunicazioni stanno modificando il nostro modo di telefonare.
    Un TACS del 1997 è un cimelio in confronto a qualsiasi GSM di oggi.

    2) Nuovi benefici e nuovi problemi
    Una tecnologia nuova, che lo vogliamo o no, che lo sappiamo o no , porterà con se anche degli inevitabili problemi.

    3) Meglio sapere o fare finta di niente?
    E’ inevitabile che quindi qualcuno comincierà a subire in modo del tutto incosapevole questi problemi, pagando talvolta con la propria vita.
    E’ inevitabile anche che prima o poi qualcuno scoprirà i problemi generati dalla nuova tecnologia e si darà da fare per segnalarli.
    Ad esempio, se fosse dimostrata scientificamente una relazione di causa ed effetto tra l’uso intenso del cellulare e il tumore al cervello preferiresti saperlo oppure no? Io preferirei saperlo prima possibile.

    4) Ricominciare da capo
    Una volta che viene dimostrato che una tecnologia che ha risolto un problema ne causa un’altro diverso il ciclo deve ricominciare dal punto 1)

    Nel caso degli inceneritori invece ci siamo fermati al punto 3 e stiamo scegliendo di fare finta di niente!

    Mi torna in mente quando ho visto nelle slide di Montanari la stessa slide dello “struzzo con la testa sotto la sabbia” che ho usato nei volantini.

    Se ci riflettete bene il comportamento di quello struzzo è doppiamente imbecille (e appunto per questo maggiormente paragonabile al comportamento di alcuni politici):

    Lo struzzo non è allo scuro del problema, il problema lo conosce, ma spera di evitarlo semplicemente cercando di non vederlo.

    Capite? E’ DOPPIAMENTE IDIOTA .

    Perchè ci sono delle persone DOPPIAMENTE IDIOTE a gestire il nostro futuro???????

    Ciao a tutti.

    Marco Staffoli

  2. Nessuna occulta entità Gianni, il filmato è perfettamente visibile.
    Se il tuo pc non te lo visualizza prova ad andare direttamente su video.google.com e a cercare “nanopatologie”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...